Mare Britannicum si serve dei Cookie per fornire servizi. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei Cookie.

accetto

FAQ

FAQ

Domande frequenti

  • Come trasformare il Plasma Marino Ipertonico in Plasma Marino Isotonico?

  • Quali quantità di Plasma si possono consumare?

  • Come iniziare a consumare Plasma Marino?

  • Che fare in caso di reazioni violente del corpo?

  • Come consumare il Plasma Marino?

  • Come conservare il Plasma Marino?

Come trasformare il Plasma Marino Ipertonico in Plasma Marino Isotonico?

Riportare il Plasma Marino all’ isotonia vuol dire riportarlo al medesimo tasso di salinità del nostro sangue.

Ciò é possibile diluendo 500 ml. di Plasma Ipertonico in 1 litro di acqua di fonte debolmente mineralizzata, (cioé con un residuo fisso il minore possibile) oppure diluendo un litro di Plasma Marino Ipertonico col doppio (2 litri) d’acqua di fonte con residuo fisso il minore possibile.

1/3Plasma Marino Ipertonico + 2/3 acqua di fonte = Plasma Isotonico
L’acqua così ottenuta deve venire successivamente dinamizzata.
Riassumendo, la formula per ottenere Plasma Isotonico é la seguente:
1/3 di Plasma Ipertonico + 2/3 di Acqua di fonte = Plasma Marino Isotonico.
Attenzione! Ai soggetti ipertesi o che hanno sperimentato forti reazioni del loro corpo nel corso di una precedente detossinazione, oppure se non avete consultato un terapeuta precedentemente l’assunzione, raccomandiamo l’utilizzo di un Plasma Ipotonico per iniziare la cura: 1/4 di Plasma Marino Ipertonico (250ml) + 3/4 di acqua di fonte poco mineralizzata (750ml).

Quali quantità di plasma si possono consumare?

Quanto Plasma Isotonico bisogna assumere prima che il corpo cominci a reagire alla sua somministrazione?

L’ideale é di arrivare consumarne tra 750 ml et 1 litro al giorno nella sua forma diluita o Isotonica.
Il Plasma Isotonico somministrato nelle quantità indicate sopra, permetterà al corpo di rilasciare agevolmente il proprio plasma interno sozzo per sostituirlo con del plasma pulito.
Ricordiamo che é il corpo stesso ad effettuare questa operazione di sostituzione, poiché il Plasma Marino in Isotonia ed il Plasma Umano sono biochimicamente analoghi ed il Plasma corrisponde a circa il 99% dei nostri liquidi interni.

Come iniziare a consumare Plasma Marino?

Se non abbiamo mai consumato del Plasma Marino, meglio sarebbe iniziare in grande dolcezza con un cucchiaino da caffé preso più volte durante la giornata.
- Se si manifestano effetti sgradevoli ( nausea, diarrea importante, emicrania, etc...) allora si renderà necessario diminuire la dose.
- Se non si manifestano effetti sgradevoli, potete aumentare la dose poco a poco, arrivando a berne fino ad un litro al giorno in Isotonica.
Questi effetti sgradevoli possibili non saranno mai, ovviamente, dovuti al fatto che voi ”non tollerate” il Plasma Marino o che siete “allergici”. Essendo praticamente identico biochimicamente al Plasma Umano, questo vorrebbe dire che ci sarebbe incompatibilità dentro di voi con i vostri liquidi interni. Impossibile, giusto? In realtà, gli effetti sgradevoli son dovuti ad una ondata di vitalità “anomala”nel vostro corpo generata dall’assunzione di Plasma Marino. Il corpo, ricevendo il suo proprio elemento puro da ogni sozzura avrà l’unico desiderio di eliminare le tossine che lo ingombrano talvolta da decenni. Improvvisamente, nella misura in cui la risposta del vostro corpo sarà viva, questa pulizia potrà farsi in maniera più o meno energica e voi ne risentirete in maniera più o meno “violenta”

Altro modo di iniziare, (più dolce ancora), la vostra cura di Plasma Marino.

Questa soluzione può essere la più sicura per iniziare la cura per alcuni soggetti fra voi.
Diluire 1/4 di Plasma Marino Ipertonico con 3/4 di acqua di fonte. Otteniamo così una Ipotonia che, sarà meno forte e meglio tollerata soprattutto dagli ipertesi e dalle persone che hanno già verificato forti reazioni nel corso di cure detossinanti.
Riassumendo, l’effetto dell’assorbimento di questo Plasma Ipotonico é che il vostro corpo, riconoscendo il Plasma come proprio, lo utilizza immediatamente, rimpiazzando così il Plasma sozzo con il plasma pulito che gli viene somministrato.
Questo fenomeno permetterà un rinnovamento progressivo ma completo dei liquidi interni del corpo.

Che fare in caso di reazioni violente del corpo?

- Una prima cosa da fare é accettare che si tratta di una vera e propria pulizia del vostro corpo.

- In secondo luogo, diminuire la dose giornaliera per lenire gli effetti.

- In terzo luogo, contattare il professionista della salute che vi ha consigliato la cura e presentargli un quadro completo delle vostre reazioni.

Come consumare il plasma marino?

Il nostro corpo possiede due vie principali d’assorbimento che sono la bocca e la pelle. Questi sono i mezzi più semplici che tutti possono utilizzare, ma ve ne sono degli altri che vi illustramo dopo i principali:

Via orale

Il consumo attraverso la via orale é il più semplice. Il Plasma Marino Ipertonico viene portato ad Isotonia e poi bevuto.
L’assorbimento é massimo quando si procede ad una vera e propria “masticazione” del Plasma nella bocca, poiché l’assorbimento di ogni elemento comincia nel cavo orale. Per certi soggetti può risultare sgradevole questa “masticazione” di acqua salata. In questo caso, non vi inquietate, il resto del tubo digestivo farà il suo lavoro ( ma non potrà raggiungere i livelli di assorbimento del solo cavo orale).
Per i bambini sarà sufficiente una cannuccia per ingoiare qualche sorsata regolarmente durante la giornata. ( Per la nostra esperienza personale, i bambini hanno subito amato il gusto del Plasma Isotonico e non hanno mai necessitato di cannuccia!)

Via cutanea

Il consumo per via cutanea é ugualmente semplice. Necessita di compresse ( di garza sterile) per essere correttamente applicato sull’epidermide.
La via cutanea é indicata in particolare nei casi di lesioni cutanee o di impossibilità provvisoria all’assunzione per via orale (rarissimo).

Via rettale

La via rettale viene utilizzata nelle sessioni di idroterapia praticate o a livello casalingo oppure da uno specialista.
In questi casi si utilizza allora una quantità di Plasma Isotonico che può variare dal mezzo litro a più litri a seconda che la terapia sia fatta a casa oppure in studio da uno specialista.
Questo metodo permette di evitare il transito del Plasma attraverso tutto il tubo digestivo e dunque di “disperdersi”, andando direttamente al colon. E’ un eccellente boost per il morale!

Via nasale

La via nasale é raggiunta attraverso uno spray. Si utilizza questa via nel corso di affezioni e congestioni nasali dovute a raffreddamento o allergia.

Per iniezione

Attenzione!!! In iniezione, utilizzate sempre ampolle o flaconi iniettabili sterili preparati appositamente per questo utilizzo! Il filtraggio é conforme alle norme farmaceutiche europee. Il Plasma viene sterilizzato per filtraggio a 22 micron. Nella nostra boutique on line abbiamo disponibili in vendita i kit per inoculazione.
L’utilizzo del Plasma Marino per via iniettabile é sotto la sola responsabilità dell’utilizzatore.

Via sottocutanea

La via sottocutanea é la più utilizzata. Permette di andare a depositare direttamente sotto la pelle una certa quantità di Plasma (Isotonico Sterile iniettabile) senza alcun contatto col sistema digestivo. Se si considera la logica intelligente del nostro corpo, questo andrà a distribuire il Plasma dove esso ne avrà più bisogno.
La via intravenosa é meno utilizzata ma gode di una sua propria applicazione in trattamenti particolari soprattutto in casi d’urgenza. Questi trattamenti saranno allora posti in essere da solo personale medico.
Ricordiamo che l’utilizzo del Plasma Marino per via iniettabile é sotto l’unica responsabilità dell’utilizzatore.

Altre applicazioni

Ovviamente qui non vi abbiamo descritto tutte le applicazioni del Plasma Marino. E’ possibile utilizzarlo negli occhi quale collirio vero e proprio, nelle orecchie, in bocca come gargarismo, in vagina...

Prudenza!!!

Esistono in commercio prodotti cosmetici a base di acqua di mare. Possono essere molto interessanti nella misura in cui l’acqua di mare utilizzata é di straordinaria qualità per operare al meglio mezzo via cutanea. Tuttavia, la presenza d’acqua di mare non impedisce la contestuale presenza di numerosi altri prodotti chimici talvolta altamente tossici per il corpo umano. Siate dunque vigili, domandate di poter conoscere le componenti di questi prodotti ed esaminateli al meglio prima dell’acquisto.

Come conservare il Plasma Marino?

Molti tra voi si pongono questa domanda. E’ utile per sapere se e come stoccarla una volta acquistata e conservata a casa.

Conservare il Plasma Ipertonico (non diluito)

Il Plasma Marino Ipertonico possiede una vera e propria osmosi interna.
A causa di ciò, che la confezione sia aperta o no, il Plasma Marino Ipertonico si conserva diversi anni dal momento in cui viene conservato al fresco (temperatura ambiente ma assolutamente non il frigorifero) e al riparo dalla luce diretta (per evitare la proliferazione del fitoplancton in esso contenuto).
FONDAMENTALE: ricordatevi di dinamizzare (scuotere vivamente) la confezione prima di ogni diluizione per creare Plasma Isotonico.

Conservare il Plasma Marino Isotonico (già diluito)

Il Plasma Marino Isotonico ottenuto dalla diluizione di una parte di Plasma Ipertonico con due parti di acqua di fonte ( vedi risposte sopra).
A causa di questa diluizione, il Plasma Isotonico non si conserva così tanto tempo come l’Ipertonico. Dunque é raccomandato di consumare il più rapidamente possibile, cioé nei due/tre giorni dopo la fabbricazione domestica e di conservarlo al fresco durante questo intervallo di tempo ( temperatura minima 8°, massima 20°) e al riparo dalla luce.
La cosa migliore sarebbe di fabbricare il proprio Plasma Isotonico quotidianamente.
Vi ricordiamo che é fondamentale re-dinamizzare (scuotere vigorosamente) il vostro Plasma Isotonico prima d’ogni somministrazione.

Bottiglie in vetro, mai in plastica

La plastica “traspira” su ogni liquido in essa contenuto, a maggior ragione se si tratta di acqua di mare, la cui salinità possiede ovviamente un discreto potere corrosivo sulla plastica. Perciò noi non vi proporremo mai bottiglie in plastica per un uso terapeutico umano, poiché sarebbe un grandissimo peccato che gli effetti benefici venissero controbilanciati da una intossicazione da plastica.